Silvia Ida Eramo

Musicoterapista, Pedagogista, Educatrice e Musicista

Breve storia sull’Editing Musicale o Audio Editing e i musicisti della mia generazione.

2 commenti

Posso affermare con certezza, che tutti i musicisti del globo, appena son nati i registratori”casalinghi”,  hanno sempre, per necessità o per diletto, registrato i propri brani, le proprie improvvisazioni,  per poterli successivamente riascoltare ed eventualmente migliorare; questa mitica operazione ha depresso alcuni, rinunciando per sempre al”sogno del Musicista”; Registratore a cassette

Per altri invece è divenuto ottimo strumento di autocritica e  miglioramento.

C’è chi è diventato famoso, ha venduto milioni di dischi, grazie a ricche etichette discografiche, che mettevano a disposizione i migliori studi di registrazione, con  i migliori professionisti del campo. Alcuni musicisti invece, molto meno famosi, spinti dal desidero di realizzare un cd, si sono rivolti ai mitici fonici, che con super programmi di Editing, di computer costosissimi, mixer di ultima generazione (dell’epoca), facevano diventare intonati anche gli stonati!

Gli studi di registrazioni, famosi o meno famosi hanno fatto soldi fino agli anni 2000, ma poi, con l’avvento del Pc, del Mac, della banda larga ,quando tutti hanno potuto permettersi un computer a casa, è iniziato un pò la crisi del settore…naturalmente ancora oggi lavorano in tanti!  perché se vuoi un prodotto di qualità è OVVIAMENTE sempre meglio rivolgersi a professionisti! è come tentare di non chiamare l’idraulico e provare a riparare te il tubo dell’acqua! son dolori!

Insomma con l’avvento dei computer “low cost”, è iniziato il divertimento per noi musicisti squattrinati!

Ecco l’elenco dell’occorrente per un rispettabilissimo Editing Audio  “Casalingo” :

-Pc o Mac;

-Programmino di editing free ( vedi Audacy , Music Editor Free o il MITICO Garage Band, già installato nei Mac) o chi ha osato craccare Cubase o altri;

-Mixerino di  4 traccie (anche usato è perfetto!)

-Cavi vari per collegamenti vari;

-Microfono con suo cavo;

Tac! il gioco è fatto!

Ardour

 Ora è tutto pronto per Editare la Nostra musica!!! Bhè certo! Prima bisogna imparare..ma per chi ha un pò d’orecchio musicale è abbastanza semplice usare i programmini (taglia, dissolvenza, migliora il volume, aggiungi l’eco, togli l’eco che fa troppo chiesa e via e via..) Ci si diletta giornate intere a registrare ed editare. Ma ne vale la pena!

Penso che usare l’ Editign Audio, per noi musicisti, sia la musica stessa..ti permette di ascoltare e riascoltare ed è assolutamente un lavoro creativo!

Questo però non vuol, dire che ci si può sostituire ai Fonici che sanno usare bene la macchina e hanno programmi molto più efficienti.

Anch’io ho fatto registrazioni casalinghe, ma spesso mi hanno aiutato amici fonici, che m’hanno dato le dritte per usare al massimo i programmi!

Bene! Ho descritto brevemente, la storia, dal defunto registratore a cassette ai giorni nostri e di come mi diletto nell’Editing Audio; scritto questo, mi preparo al prossimo articolo ossia come utilizzo l’Editin Audio nel mio lavoro, cioè come Musicoterapista.

Annunci

2 thoughts on “Breve storia sull’Editing Musicale o Audio Editing e i musicisti della mia generazione.

  1. A reblogué ceci sur Il Blog di Tino Soudaz 2.0 ( un pochino)et a ajouté:
    Molto interessante

  2. Molto curioso di leggere il seguito… 🙂

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...